Le presenze in un click

Prestazione di lavoro occasionale
In data 15 giugno u.s. è stata definitivamente approvata la legge che contiene le nuove disposizioni in materia di contratto di lavoro occasionale.

In data 15 giugno u.s. è stata definitivamente approvata, all’interno della cosiddetta “Manovra correttiva 2017”, la legge (in attesa di pubblicazione in G.U.) che contiene le nuove disposizioni in materia di contratto di lavoro occasionale.

A seguito del notevole interesse sulla materia manifestato da parte di numerosissima Clientela, qui di seguito esponiamo, in estrema sintesi, le prime e più significative caratteristiche delle nuove disposizioni:

  • Libretto di famiglia (istituito per le prestazioni occasionali in ambito domestico).

 

  • Per le  Imprese ed i Professionisti:
  • Il contratto di lavoro occasionale può essere usato nelle aziende che occupano fino a 5 dipendenti a tempo indeterminato.
  • Il lavoratore non deve aver in corso o aver cessato da meno di 6 mesi un rapporto di lavoro dipendente o di collaborazione coordinata e continuativa con l’utilizzatore.
  • I compensi che possono essere erogati ad ogni singolo lavoratore non possono superare i 2500 euro nell’anno civile.
  • Il  datore di lavoro occasionale non potrà usare ogni singolo prestatore per un periodo superiore a 280 ore, sempre nell’anno civile.
  • Il datore di lavoro occasionale potrà avvalersi di prestazioni di lavoro occasionale con più soggetti ma comunque entro il limite massimo di compensi non superiore a 5000 euro, che vengono ridotti al 75% del loro importo in caso di:
    • Titolari di pensione di vecchiaia o invalidità;
    • Giovani con meno di 25 anni, se regolarmente iscritti a un ciclo di studi;
    • Persone disoccupate;
    • Percettori di prestazioni di sostegno al reddito.

Inoltre, le citate categorie di lavoratori più sopra elencate saranno le uniche che potranno sottoscrivere il contratto di lavoro occasionale con i datori di lavoro agricoli, mentre nel settore edile e nell’ambito dei contratti di appalto a favore di terzi ne sarà vietata del tutto la stipula.

Sanzioni amministrative molto pesanti (da euro 250 a euro 2500) sono previste in caso di  utilizzo del contratto  di prestazione occasionale al di fuori delle condizioni tassativamente previste dalla norma.

In attesa delle prossime  disposizioni operative che dovranno essere emanate in materia, Lo scrivente Studio rimane a disposizione di tutta la Clientela per ogni successivo approfondimento  e chiarimento si renderà  necessario.

Iscriviti alla newsletter, per rimanere sempre aggiornato su tutte le novità riguardanti il lavoro.