Le presenze in un click

Prestazioni occasionali

Convertito con L. n. 96/2017 il D.L. n. 50/2017 che, all’art. 54-bis, detta la disciplina delle prestazioni occasionali, eredi non troppo lontane del lavoro accessorio (c.d. voucher), agli onori della cronaca per la recente quanto improvvisa abrogazione. 

Così come per i buoni lavoro, anche l’utilizzo delle nuove prestazioni occasionali è subordinato al rispetto di precisi limiti economici (5.000 in capo al lavoratore e 2.500 in capo all’utilizzatore con il medesimo prestatore) oltre che di durata (280 ore nell’anno civile).

Inoltre, non è ammesso il ricorso al predetto strumento da parte di quei datori di lavoro che occupano più di 5 dipendenti a tempo indeterminato, ovvero coloro i quali operano in settori considerati particolarmente a rischio (ad es. edilizia, attività di escavazione, imprese del settore minerario, ecc.), o, ancora, nell’esecuzione di appalti di opere o servizi. 



Iscriviti alla newsletter, per rimanere sempre aggiornato su tutte le novità riguardanti il lavoro.