Image
 
Image

Periodico di informazione sul lavoro

Numero   -  febbraio 2018

NOTIZIARIO

FONDAZIONE ENASARCO - Contribuzione obbligatoria

Dal 1° gennaio 2018 entra in vigore la nuovaaliquota di contribuzione al Fondo di previdenza (a cui contribuisconoobbligatoriamente gli agenti operanti in forma individuale, ovvero costituitiin società di persone), pari al 16,00% delle provvigioni dichiarate (di cui l’8,00%a carico dell’azienda mandante e l’8,00% a carico dell’agente). 

 

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO - Riconoscimento benefici

Il MISE ha reso operativa la procedura informatica perla richiesta da parte delle micro, piccole e medie imprese, di un contributo diimporto non superiore a 10 mila euro, tramite concessione di un “voucher”finalizzato all’adozione di interventi di digitalizzazione dei processiaziendali e di ammodernamento tecnologico.

Le domande potranno essere trasmesse al Ministerodello Sviluppo Economico a partire dalle ore 10.00 del 30 gennaio 2018 e finoalle ore 17.00 del 9 febbraio 2018.

 

ISPETTORATO NAZIONALE DEL LAVORO - Rispetto CCNL

Con la circolare n. 3 del 25 gennaio 2018, l’INL fornisceindicazioni operative in merito all’attività di vigilanza da svolgersi neiconfronti di quelle aziende che non applicano i contratti collettivisottoscritti dalle organizzazioni comparativamente più rappresentative sulpiano nazionale e che possono determinare problematiche di dumping. Al riguardo, merita un appunto quanto sostenutodall’Ispettorato relativamente alla quantificazione della contribuzione dovuta,la quale, a prescindere dal contratto collettivo applicato in azienda e dalprincipio di “libertà sindacale”, deve prendere a base di calcolo leretribuzioni previste dal CCNL sottoscritto dalle organizzazionicomparativamente più rappresentative a livello nazionale. Gli altri contratti “minoritari”sono del tutto improduttivi di effetti.

 

INAIL - Autoliquidazione 2017/2018

Pubblicata la nota operativa del 22 gennaio 2018, con la quale l’Istituto forniscele istruzioni relative all’autoliquidazione annuale dei premi 2017/2018, iquali andranno versati in unica soluzione entro il prossimo 16 febbraio 2018,ovvero, laddove le aziende intendano avvalersi della rateazione, alle scadenzedel 16 febbraio, 16 maggio, 20 agosto e 16 novembre.

AGENZIA DELLE ENTRATE - Utilizzo autovettura

Pubblicate sulSupplemento Ordinario n. 63 alla Gazzetta Ufficiale n. 302 del 29 dicembre 2017le Tabelle nazionali dei costi chilometrici di esercizio di autovetture emotocicli elaborate dall’ACI per l’anno 2018.

 

Rassegna mensile di giurisprudenza in materia di lavoro

 

RASSEGNA PERIODICA DI GIURISPRUDENZA IN MATERIA DI LAVORO

 

Con sentenza 19 gennaio 2018, n. 1375/2018, la Corte diCassazione, è intervenuta in merito ad una questione relativa alla modifica delregime orario di un rapporto di lavoro.

Al riguardo, la Suprema Corte ha chiarito che, essendo l’orario dilavoro un elemento qualificante della prestazione oggetto del contratto part-time, ai fini della trasformazionedel rapporto di lavoro da tempo pieno a tempo parziale, risulta essenziale ilconsenso scritto del lavoratore, non potendo il datore di lavoro procedere allamodifica unilaterale del regime di orario.

La variazione in aumento o in diminuzione del monte ore pattuitocostituisce infatti una novazione oggettiva dell’intesa negoziale inizialmenteconcordata, che richiede una rinnovata manifestazione di volontà, nondesumibile per facta concludentia dalcomportamento successivo delle parti a sensi dell’articolo 1362 cod. civ..

Focus

 

SPECIALE LEGGE DI BILANCIO 2018

Bonus Assunzioni (Sgravio contributivotriennale)

Art. 1, commi da 100 a 108, L. n. 205/2017

Per le assunzionieffettuate a partire dal 1 gennaio 2018 a favore di soggetti che non abbianoancora compiuto i 35 anni di età, è previsto un esonero contributivo del 50%dei complessivi contributi previdenziali a carico dei datori di lavoro (adeccezione della contribuzione INAIL), per tre anni, con un tetto massimo di 3.000euro per ciascun anno.

(A decorrere dall’anno2019, le assunzioni riguarderanno giovani che non devono avere compiuto i 30anni di età).

La condizioneprincipale per l’accesso alla agevolazione è che il lavoratore non abbia giàavuto precedenti contratti di lavoro a tempo indeterminato, presso qualsiasidatore di lavoro.

Le assunzioni devonoessere a tempo indeterminato a tutele crescenti, ai sensi del D. Lgs.n.23/2015. 

Lo sgraviocontributivo, alle stesse condizioni, è totale per le Regioni del Mezzogiorno eper gli studenti che hanno svolto in azienda, per almeno il 30%, attività dialternanza scuola-lavoro e per i quali siano state formalizzate le assunzioni.

Nelle ipotesi in cuiil lavoratore, per la cui assunzione a tempo indeterminato è stato parzialmentefruito l’esonero contributivo, sia nuovamente assunto a tempo indeterminato daaltri datori di lavoro, il beneficio è riconosciuto a questi ultimi per ilperiodo residuo utile alla piena fruizione, indipendentemente dall’etàanagrafica del lavoratore alla data delle nuove assunzioni.

Il licenziamento pergiustificato motivo oggettivo del lavoratore assunto o di un lavoratoreimpiegato nella medesima unità produttiva e inquadrato con la medesimaqualifica del lavoratore assunto con l’esonero contributivo, effettuato nei seimesi successivi alla predetta assunzione, comporta la revoca dell’esonero e ilrecupero del beneficio già fruito.

Ai fini del computodel periodo residuo utile alla fruizione dell’esonero, la predetta revoca nonha effetti nei confronti degli altri datori di lavoro che assumono illavoratore interessato ai benefici contributivi.

L’agevolazione siapplica anche in caso di mantenimento in servizio (successivamente al 31dicembre 2017) di apprendisti professionalizzanti. Il lavoratore, al momentodella stabilizzazione non deve aver compiuto i 30 anni. L’incentivo dura almassimo 12 mesi, che decorrono dal primo mese successivo a quello in   cui scade il regime agevolato per il primoanno di prosecuzione del rapporto dopo l’apprendistato.

L’esonero in questionesi applica, alle condizioni generali e con le modalità previste, anche nei casidi conversione, successiva alla data di entrata in vigore della Legge di Bilancio,di un contratto a tempo determinato in un contratto a tempo indeterminato,fermo restando il possesso del requisito anagrafico alla data dellaconversione.

 Ticket licenziamentocollettivo

Art. 1, comma 137, L. n. 205/2017

A decorrere dal 1gennaio 2018, per ciascun licenziamento effettuato nell’ambito di unlicenziamento collettivo da parte di un datore di lavoro tenuto allacontribuzione CIGS, l’aliquota percentuale di cui all’art.2, comma 31, legge28/6/2012, n.92, è innalzato all’82% (euro 979,90).

  Bonus Irpef

Art. 1, comma 132, L. n. 205/2017

I limiti di redditoprevisti per il diritto a percepire il cd. Bonus Irpef (80 euro mensili) sonocosì elevati: ovunque si legge 24.000, il valore è aumentato a 24.600; ovunquesi legge 26.000 il valore è aumentato a 26.600.

 Licenziamento permolestie

Art. 1, comma 218, L. n. 205/2017 (Modifiche al D. Lgs. n. 80/2015 e D.Lgs. n.198/2006)

La lavoratrice o illavoratore che agisce in giudizio per la dichiarazione delle discriminazioniper molestie o molestie sessuali poste in essere dal datore di lavoro, inviolazione dei divieti previsti dai decreti in epigrafe non può esseresanzionato, demansionato, licenziato, trasferito o sottoposto ad altra misuraorganizzativa avente effetti negativi, diretti o indiretti sulle condizioni dilavoro, determinati dalla denuncia stessa.

Il licenziamentoritorsivo o discriminatorio del soggetto denunciante è nullo, così come ilmutamento di mansioni di cui all’art. 2103 c.c., nonché qualsiasi altra misuraritorsiva o discriminatoria adottata nei confronti del denunciante.

Le tutele di cui aquesta disposizione non sono garantite nei casi in cui sia accertata, anche consentenza di primo grado, la responsabilità penale del denunciante per calunniao diffamazione ovvero l’infondatezza della denuncia.

I datori di lavorosono tenuti, ai sensi dell’art. 2087 c.c., ad assicurare condizioni di lavorotali da garantire l’integrità fisica e morale e la dignità dei lavoratori,anche concordando con le organizzazioni sindacali dei lavoratori le iniziative,di natura informativa e formativa, più opportune al fine di prevenire ilfenomeno delle molestie sessuali nei luoghi di lavoro.

Le imprese, isindacati, i datori di lavoro, i lavoratori e le lavoratrici si impegnano adassicurare il mantenimento nei luoghi di lavoro di un ambiente di lavoro in cuisia rispettata la dignità di ognuno e siano favorite le relazioniinterpersonali, basate sui principi di uguaglianza e di reciproca correttezza.

 Modalità di pagamentodelle retribuzioni

Art. 1, commi da 910 a 914, L. n. 205/2017

A far data dall’1luglio 2018 i datori di lavoro o committenti saranno tenuti a corrispondere ailavoratori la retribuzione, nonché ogni anticipo e/o acconto di essa,attraverso una banca o un ufficio postale con uno dei seguenti mezzi:  

-          -          -          -          Emissione di un assegno consegnato direttamente al lavoratore o, in casodi suo comprovato impedimento, a un suo delegato.

I datori di lavoro ocommittenti non potranno corrispondere la retribuzione per mezzo di denarocontante direttamente al lavoratore, qualunque sia la tipologia del rapporto dilavoro instaurato (lavoro subordinato o collaborazione coordinata econtinuativa).

 

Image

Il punto sul lavoro

domestico

Image

Mr.Cedolino ricorda

PROSSIME SCADENZE - Certificazione dei redditi

Come noto, i sostituti di imposta hanno l’obbligo di certificare con ilmodello CU non solo i redditi da lavoro dipendente ed assimilato, ma anchequelli da lavoro autonomo (quali, ad esempio i compensi corrisposti a professionisti,agenti, rappresentanti, lavoratori occasionali, ecc..), per i quali occorreindicare le spese rimborsate, le somme assoggettate a ritenuta e quelle nonsoggette.

Infatti, al fine di consentire la predisposizione dei modelli 730precompilati, entro il prossimo 7 marzo 2018, i datori di lavoro dovrannotrasmettere per via telematica all’Agenzia delle Entrate tutte lecertificazioni attestanti i redditi erogati nell’anno 2017.

Nel caso di omesso o tardivo invio è prevista, a carico dei sostituti diimposta, una sanzione amministrativa di 100,00 euro per ogni certificazione.

Pertanto, considerata la stringenza dell’adempimento, i Clienti cheintendono affidarci l’incarico di trasmettere telematicamente all’Agenzia delleEntrate anche le certificazioni dei redditi da lavoro autonomo, sono invitatiad inoltrarci i documenti da elaborare il prima possibile e comunque non oltreil 20 febbraio p.v.

In caso di inosservanza delle suddette indicazioni e termini, loscrivente Studio non potrà essere ritenuto responsabile di incompiutezze oritardi nell’effettuazione degli adempimenti in discorso.

 

RAPPORTI CON LA CLIENTELA - Personale occupato in azienda

Tale difficile contesto impone a tuttii datori di lavoro grande cautela e prudenza, in particolare al fine di:

-          -          inviare tempestivamente allo ScriventeStudio tutta la documentazione e le notizie riguardanti i rapporti con gli EntiPrevidenziali e di Vigilanza (Ispettorato del Lavoro, INPS, INAIL, Agenziadelle Entrate), e con i dipendenti stessi (malattie, maternità, eventualirichieste e contenziosi, situazioni familiari).

Tutto quanto sopra nella sola ottica, naturalmente, di ottimizzare lagestione ed i rapporti con il personale collaboratore in Azienda ed eliminare,o ridurre al minimo, i rischi ed il contenzioso (oltreché le gravose sanzioniconseguenti) interno ed esterno all’Azienda stessa.

 

 
 

Prossimi eventi formativi in materia di sicurezza nei luoghi di lavoro

Ilprossimo 9 febbraio, dalle ore 9.00 alle ore 13.00, presso il nostro Studio siterrà un incontro

aventead oggetto

 

ILNUOVO REGOLAMENTO EUROPEO IN MATERIA DI TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI: COMEPREPARARSI PER AFFRONTARE LA NUOVA PRIVACY” 09/02/2018

 

Tutta la Clientela èinvitata a partecipare.